Come essere indisciplinata per un giorno

Attenzione: se soffri della sindrome della “brava ragazza” leggi questo articolo a tuo rischio e pericolo.

Hai mai fantasticato una fuga dalla quotidianità? Niente orari, niente clienti, niente telefonate, niente lavatrici e niente corse a scuola a recuperare gli gnomi.

Ma non si può: si sa, lavori da casa quindi in pratica non fai niente (questo è quello che pensi gli altri pensino di te, e magari a volte lo pensano davvero)… non sei tu ad aver bisogno di una fuga, vero?
Piuttosto la madre di Andrea, Pinuccia o Romeo che tutti i giorni devono andare in ufficio e tornano a casa tardi la sera. Oppure la super-mega-manager single che vive al piano di sopra, lei è sempre in viaggio, sarà stanca poverina. Tu poi sei la disciplina in persona: devo fare questo, quello e quell’altro a costo di esaurire le tue energie.

Quindi no, una tregua per te è fuori discussione.

Se la pensi così, puoi anche non continuare la lettura, perché oggi ho proprio intenzione di insegnarti ad essere “cattiva” e indisciplinata, per un attimo o un giorno intero.

Se invece davvero non ce la fai più, ti senti sopraffatta dalle cose, la tua vena creativa si è esaurita dopo aver steso l’ultima lavatrice e stai rendendo meno, quantitativamente e qualitativamente, di quanto tu sia in grado di fare, è ora di essere indisciplinata (per un giorno, uno soltanto).

Ecco come essere indisciplinata per un giorno.

  • Dì di no a qualcosa. Di solito metti i bisogni degli altri al primo posto e comunque sempre dopo i tuoi, vero? Concediti oggi di dire NO. No alla pulizia di casa, no alla telefonata di lavoro dopo le 19.30 o durante la pausa pranzo, no a fare quella commissione per il tuo compagno perché tanto tu sei a casa, quindi puoi. Ricorda oggi sei indisciplinata, quindi scegli il tuo NO!
  • Fai qualcosa di diverso dal solito. Fai accompagnare i tuoi bambini a scuola dal marito e tu vai a fare colazione al tuo bar preferito sfogliando la tua rivista del cuore. Concediti un bagno caldo alle 2 del pomeriggio anziché la sera dopo aver sistemato, terminato il lavoro e aver messo a letto tutti quanti. Fare qualcosa di diverso stimola il nostro cervello alla creatività; spezzare la routine anche con un piccolo gesto può dare grandi risultati in termini di nuove idee e, se così non fosse, almeno ti sarai rilassata. Quindi alla fine, puoi dire che essere indisciplinata per una volta “è per lavoro”.
  • Niente palestra per un giorno. Se sei appassionata di fitness scambia la tua ora in palestra con qualche minuto di meditazione e respiro. Sdraiati sul letto, scegli la musica che ti fa rilassare e concentrati sul respiro. Quando inspiri gonfia la pancia e quando espiri sgonfiala buttando fuori, insieme all’aria anche le preoccupazioni, i “devo” e i sensi di colpa. (Se ti sembra che questo non sia da “indisciplinata” è perché non sei fitness addicted, quindi passa alla proposta successiva).
  • Scappa (in senso figurato). Segna sull’agenda un appuntamento con te stessa e fai qualcosa che di solito riservi solo ai week end o ai periodi di vacanza. Visita un Museo, una mostra che ti piace, vai due ore alle terme, fai un giro per la città senza meta per curiosare negozi o locali nuovi.

Non devi necessariamente dire apertamente che sarai indisciplinata, puoi tenerlo per te… un po’ come quando marinavi la scuola e il solo senso di poterlo fare ti dava un po’ di serenità e di adrenalina (sono solo io l’unica ad averlo fatto solo due volte in tutta la mia carriera scolastica e ad essersene anche un po’ pentita?).

Bando ai sensi di colpa: ti assicuro che per un giorno non muore nessuno e che il giorno successivo, con ogni probabilità, farai un lavoro migliore e in minor tempo perché sarai più concentrata e felice.

Essere indisciplinata per una volta sarà il tuo segreto per ricaricare le batterie, per riconoscere il valore di ciò che fai, per dare importanza al tuo lavoro, recuperare la creatività ma soprattutto per continuare ad essere più disciplinata.

Ambra Caramatti

Scrivo e mi occupo di benessere naturale, alimentazione e movimento. Supporto chi lavora nel campo del benessere o delle discipline olistiche a trasformare la propria passione in un progetto concreto. Adoro sorridere, i gatti e gli Stati Uniti.

Sito

7 commenti su “Come essere indisciplinata per un giorno”

  1. Ecco questa è una tecnica che ogni tantoa adotto, anche se non riesco a derogare gli impegni relativi al figlio. Alla fine anche chi si prende l’impegno non lo porta mai a termine, probabilmente parte già con l’idea di fare ciò, quindi preferisco non demandare, chi ci rimetterebbe è solo il piccolo. Però la frase: “tanto sei a casa e non fai nulla” è proprio quello che la gente pensa. E anche se propvi a spiegare di cosa ti occupi, non ci arriveranno mai. Loro hanno il loro lavoretto, dalle 8 alle 17, che lavorino o no nessuno li schioda da lì. Forse quando avranno bisogno capiranno,forse.

    • ciao ArtEC, non tutti vogliono e non tutti possono capire cosa significhi essere in proprio e lavorare da casa. Quando lavoravo in azienda non lo capivo neanche io. Ese dicono o pensano cose di questo tipo potrebbe essere a) ignoranza (nel senso di ignorare cosa significhi una certa cosa), invidia o senso di inferiorità (perchè non saprebbero da che parte iniziare. ci hai mai pensato? un abbraccio e buona indisciplinata disciplina

  2. hmmm. molto interessante, solo che io soffro l’esatto opposto: la ragazza disorganizzatissima e mi serve imparare come mettermi piano piano in riga. Per poter gestire il mio tempo. Perché alle fine sono impegnata tutto il giorno, tutta la settimana, tutto il mese, faccio (relativamente poco) e mi riposo ancora di meno!
    Qualche consiglio?

    • Sinceramente ti capisco tantissimo! Sono freelance da poco, prima ero abituata ad avere i ritmi obbligati del lavoro dipendente e ora che mi devo gestire da sola faccio un po’ fatica e finisco per occuparmi tutto il tempo rendendo meno rispetto a quello che vorrei…per ora sto cercando di iniziare a gestirmi facendo to do list e cercando di darmi dei tempi limite per fare le cose, così mi sembra di riuscire a tenere un po’ meglio la situazione in pugno ma devo ancora migliorare!

  3. Da brava libera professionista, nell’ordine:
    dico spesso di sì
    ho la mia routine
    non salto mai le mie due lezioni di yoga a settimana
    MA… qualche volta scappo! Ed è rigenerante, per lavoro e famiglia. Quindi grazie, cara Ambra, per ricordarcelo :-))

I commenti sono chiusi.