Snippet SEO: come usarlo per attirare clienti da Google

Vuoi creare degli snippet ottimizzati SEO, in grado di attirare sul tuo sito potenziali clienti da Google? Segui queste regole e non potrai sbagliare!

Lo snippet è quella porzione di testo che appare nei risultati di ricerca:

snippet seo
Esempio dello snippet della home di C+B

Quindi lo snippet è ciò che fa decidere all’utente se vale la pena cliccare sul tuo sito oppure no.

È l’esca che tu getti nel mare del web, e solo se questa esca apparirà gustosa l’utente deciderà di visitare il tuo sito, e chissà, magari trasformarsi poi in cliente.

Ma non solo.

Lo snippet è fondamentale anche dal punto di vista SEO, e deve pertanto contenere le giuste parole chiave, altrimenti non verrà mai mostrato in prima pagina.

Come si fa dunque a creare uno snippet efficace sotto tutti i punti di vista?

Innanzitutto se usi WordPress, meglio adoperare un plugin apposito per la SEO, come SEO Yoast. E poi segui queste semplici regole 😉

Pensa come il tuo target

La prima cosa che devi metterti in testa è che stai creando snippet per attirare il tuo target, quindi dovrai far sì che il testo sia chiaro e interessante per lui.

Pensa a quali sono i bisogni e i problemi del tuo cliente ideale. Chiediti:

Perché il mio target sta facendo questa ricerca su Google? Cosa vuole trovare? Che bisogno sta cercando di soddisfare?

È attorno a questo che dovrà ruotare il tuo snippet.

Ma facciamo un esempio per capire meglio il concetto.

Mettiamo che vendi bouquet e che il tuo target sono le spose. Una delle keyword per cui vorrai posizionarti sarà “bouquet sposa settembre”.

Se una futura sposa digita su Google “bouquet sposa settembre”, vuol dire che sta cercando dei bouquet adatti a chi si sposa in settembre, e quindi vuole sapere quali sono i fiori che fioriscono in questa stagione e come li si può usare per creare bouquet di vari stili e dimensioni.

Dato che lei si sposerà in settembre, magari cerca anche idee per delle nozze in questo periodo dell’anno, come per esempio consigli, temi autunnali, pro e contro di sposarsi a settembre.

Sapendo tutto questo, risulta più facile decidere cosa scrivere nello snippet.

Quindi non ti limiterai a scrivere:

BOUQUET SPOSA SETTEMBRE
Foto e immagini di bouquet sposa settembre

Ma scriverai qualcosa tipo:

BOUQUET SPOSA SETTEMBRE: FIORI E COLORI ADATTI ALLA STAGIONE
Cerchi un bouquet sposa per settembre? Qui trovi i fiori di stagione e i modelli più originali!

La vedi la differenza?

Entrambi questi snippet usano la keyword “bouquet sposa settembre”, ma in modo totalmente diverso.

Nel primo caso lo snippet è asettico, banale, e non attirerà mai l’attenzione.

Invece il secondo snippet è molto più accattivante e fa direttamente riferimento al bisogno principale della sposa: capire quali sono i fiori e i colori adatti a settembre.

Quindi quando crei il tuo snippet pensa sempre al tuo cliente ideale e a cosa vuole trovare quando fa una determinata ricerca. Inserisci già nello snippet dei richiami ai suoi bisogni.

Usa le keyword giuste

Come dicevamo, lo snippet serve anche per la SEO, quindi deve contenere sia nel titolo sia nella descrizione la parola chiave.

Ma se ci hai fatto caso, nell’esempio sopra dei bouquet, il secondo snippet aveva la parola chiave “bouquet sposa settembre” solo nel titolo, nella descrizione c’era invece scritto “bouquet sposa PER settembre”.

Infatti devi sempre privilegiare il linguaggio naturale, quindi se nel titolo ha senso una frase breve e sintetica, nella descrizione invece dovrai usare frasi di senso compiuto, adoperando i termini che usano le persone per parlare di quell’argomento (e nessuno parlando dice “bouquet sposa settembre”!).

Segui queste regole

Per scrivere uno snippet ottimizzato SEO, devi anche curarne la lunghezza e altre caratteristiche, vediamole una ad una.

  • il titolo deve avere una lunghezza massima 65/70 caratteri (spazi compresi);
  • il titolo deve contenere la keyword, meglio se all’inizio;
  • il titolo deve essere simile o uguale al titolo H1 della pagina/articolo;
  • l’url deve essere corta, 4 o 5 parole al massimo;
  • l’url deve contenere la keyword;
  • l’url deve essere leggibile, parlante (es: “bouquet-sposa-settembre”, non “page324”);
  • la descrizione deve avere una lunghezza compresa tra i 130 e i 150 caratteri (spazi compresi);
  • il testo della descrizione deve essere accattivante e invitare a cliccare.

Fai dei test

Vista l’enorme importanza dello snippet è sempre meglio testarne diverse versioni nel tempo, così da arrivare pian piano alla versione perfetta che ti farà arrivare nelle prime posizioni dei risultati di ricerca.

Capisco che testare diverse varianti per ogni pagina e articolo sia un lavoro enorme, pertanto non ti sto dicendo di farlo per ogni singolo articolo, ma almeno per quelli più importanti.

Individua gli articoli e le pagine ottimizzati per le keyword per cui vuoi assolutamente posizionarti bene, e cura in modo maniacale lo snippet, testando versioni diverse.

Io per esempio faccio così: una volta al mese controllo il posizionamento degli articoli a cui tengo di più, quindi vado su Google (con il browser anonimo) e digito la parola chiave per cui vorrei uscire col mio articolo.

Vedo come sono posizionata, e se non sono dove vorrei, controllo come sono strutturati gli snippet dei siti prima di me, e modifico di conseguenza lo snippet del mio articolo.

Il mese dopo torno a guardare: se sono salita di qualche posizione vuol dire che sono sulla strada giusta, se invece sono scesa, allora vuol dire che il nuovo snippet è peggiore del precedente, e quindi lo cambio di nuovo.

Così ogni mese, finché non arrivo dove vorrei 😉

Conclusioni

Come vedi, creare il giusto snippet non è semplice, ma è anche molto importante, quindi ti consiglio di seguire le indicazioni che ti ho dato in questo articolo e testare snippet diversi per gli articoli più importanti.

Se però lo snippet e la SEO sono per te argomenti ostici, dai un’occhiata al mio corso SEO JUMP 😉

Hai qualche dubbio o domanda?

Lascia un commento qua sotto, sarò felice di risponderti 😊

Elena Galli

Mi occupo di web da molti anni, ma la SEO è la mia vera vocazione! Mi piace entrare "nella testa" di Google e degli utenti per aiutare le piccole attività a trovare nuovi clienti.

Sito | Facebook | Instagram | LinkedIn

Lascia un commento