Diario del capitano/1

Disclaimer: qui è dove Simona di mese in mese mi aiuta a raccogliere le parole e i pensieri che ho sparso via Facebook, Trello, Twitter, Whatsapp in un editoriale perché ne godiate tutte. S0 che non potevate farne a meno. E poi sognavo da tempo di mettermi sulla poltrona del Capitano Kirk e iniziare un articolo con “Diario del capitano, data astrale…”

Care Cpiubers

Sà. Sà. 1, 2, 3 prova. Mi sentite? Avevo pensato per l’occasione di mettere in sottofondo un rullo di tamburi, poi ho pensato di esibirmi in una coreografia di Beyoncé in cui cospargervi di glitter, ma qui da queste parti siam sempre di corsa e chi ce l’ha il tempo di tirarlo su poi quel glitter?

Così ho scelto semplicemente di mettermi a nudo, raccontandovi con onestà quello che succede di mese in mese, in questo editoriale, ciclico come voi sapete cosa, cominciando col dirvi grazie per essere qui.

Siamo bravissime – sì vorrei partire a bomba coi complimenti – bravissime a passare dalla pianificazione all’azione, salvo poi perderci e disperarci, prendendo a testate la tastiera ad intervalli regolari, perché niente è andato come doveva andare.
Poi arriva il giorno in cui tutto torna, l’ufficio in casa è pronto e in ordine, il calendario è incastrato fino a luglio imprevisti compresi, e se ti fermi un secondo ti accorgi che in mezzo c’è scappata più di una sciata col pupo e un americano con le amiche racimolate in un battito di chat.

Siamo bravissime a rimetterci in pista, ma anche a sposare una passione, a condividerla e a crucciarci per giorni e ore chiedendoci come guadagnare. Così da un’idea nel cassetto senza nome, siamo già alla seconda edizione della C+B Academy, 7 ore di concretezza e brillantini per crescere tutte e far quadrare i conti. Parentesi: so di avervi martellato con l’Academy, “l’Academy di qui, l’Academy di lì, parliamo dell’Academy, (a proposito vi siete iscritte?)”, insistere non è nel mio stile, ma è un progetto in cui credo tantissimo, ci credo con le unghie e i capelli, coi denti e la pancia, insomma con tutta me stessa. È una cosa che ho voluto tanto, che ci ha già dato grandi soddisfazioni, ce ne darà ancora tante e spero le dia anche a voi.

Tuf, tuf, picchietto il dito sul microfono, ci siete ancora?
Non vorrete allontanarvi sul più bello! Quando passo in rassegna i particolari piccanti: il dietro le quinte della C+B Academy. Le call su Skype della mattina dove l’umore migliora e il look no (al look ci stiamo lavorando), le ciabatte col glitter sotto la scrivania col calzino che stona, il photo booth senza photoshop e senza trucco, il cioccolato a curare le insicurezze e la concentrazione.

Vi rubo un attimo ancora, per gli applausi, quelli ai nostri adorati sponsor. Scorticatevi le mani per :

  • A Little Market, che crede nell’handmade e si sta prodigando per far crescere il progetto imprenditoriale delle sue creatrici;
  • Antonella De Carolis per gli amatissimi pin e le borsine per contenere tutti i regalini;
  • Ehiweb, che ha creato un’offerta di hosting ad hoc per le nostre allieve;
  • Gaiadì, una donna elegante e creativa che noi qui adoriamo per i block notes con i disegni della sua mamma Mariella;
  • Giada Carta che darà una spolveratina di trucco all’ora di pranzo all’entrata del photobooth;
  • Ford che ci permette di scorrazzare in giro per l’Italia, per arrivare davvero là dove nessuno è mai giunto prima (ovvero corsi per donne che parlano di SOLDI senza tabù);
  • Haribo che addolcirà la nostra giornata (se non mi trovate è perché mi sono nascosta in bagno a mangiare le caramelle…);
  • Ilaria Ruggeri che è una personal musa e offre uno sconto per i suoi servizi;
  • Juice for Breakfast che ha creato una To Do List a-do-ra-bi-le;
  • Mondo Baobab per le spille fatte a mano;
  • My Washi Tape per i pacchettini che neanche a Natale;
  • Officine Biancospino che realizzeranno un ritratto per ognuna delle partecipanti (sì, avete sentito bene)
  • Self Packaging per le deliziose scatoline;
  • Tatiana Schirinzi per lo sconto sui suoi SEOservizi;
  • Titoo che ha creato tatuaggi temporanei con soggetti pensati apposta per le donne in proprio;
  • Zandegù per lo sconto generoso sul mio libro;
  • Zitricbox per le matite per colorare i nostri conti e rendere meno grigia la questione listini 🙂

Che l’Academy sia con voi, spero di vedervi lì.

Francesca Marano

Sono la WordPress Community Manager di SiteGround. Faccio parte del team Community di WordPress e prendo parte a numerosi eventi WordPress in tutto il mondo. Sono una speaker entusiasta e appassionata e potete trovarmi in Italia o in giro per il mondo a parlare di WordPress, community, open source, donne e tecnologia, piccole imprese C+B è il mio "progetto di una vita", è nato per aiutare, divulgare e condividere, perché penso si debba essere generosi con le proprie competenze.

Sito | Twitter | Instagram | LinkedIn

4 commenti su “Diario del capitano/1”

  1. Nooooooo: il ritratto personalizzato, i washi tape, le scatoline, il quaderno coi disegnini della sua mamma, i To Do List a-do-ra-bi-le (che non so cosa sia, ma sembra stupendo) e la truccatrice per il photoboot li volevo anche io!! <3 "è un'ingiustizia però…"

    Rispondi

Lascia un commento