Se vuoi il successo ti serve un santo in paradiso

Brigitte Bardot foto di  liborkriz
Brigitte Bardot foto di liborkriz

Cosa serve all’imprenditrice per avere successo? L’idea, la capacità, la possibilità, l’occasione, magari un po’ di fortuna e perchè no un santo in paradiso. In Italia quest’ultimo ha poco a che fare con la santità, ma è il risultato del patrio vizietto dell’aiutino a scapito di terzi. Noi, però, vogliamo un Santo, uno vero, qualcuno con i contatti veramente in alto. Personalmente ho scelto Saint Tropez, se le cose dovessero andare male l’abbronzatura non deve patirne e la Côte d’Azur c’est toujours la Côte d’Azur.

E’ una burla ovviamente, non voglio urtare la sensibilità di nessuno, ma, se c’è un’impresa millenaria che con alti e bassi funziona, perché non farci una pensata? Partiamo da qualcosa che tutte conosciamo: i vizi. Ragazze, si scherza, ma magari neppure troppo: non è vero ma ci credo.

Superbia. Noi siamo le migliori, è ovvio e sottinteso. Se i fatti non lo dimostrano è perché il mondo non ci capisce e il mondo non ci merita. Quella là che ha svoltato, lo sanno tutti, è solo fortunata (vedi vizio 4), sono felice io tzè.

Avarizia. Nessuna ci svela il proprio segreto per il successo. E noi? Scherzi, con la fatica che ho fatto per sapere quel che so, col cavolo che condivido!

Lussuria. Ah davvero era il marito della tua commercialista? Deve essere per quello che ha pagato mezzo milione di euro di iva.

Invidia. No, ma non sono invidiosa eh, il colore della mia faccia è colpa del correttore verde per la couperose. La mia non è invidia cattiva, io prendo spunto, infatti le ho scritto dei complimenti con un chiodo sul cofano della macchina.

Gola. Ingorda e bulimica certo non sono io. Non è che voglio tutto e subito, lo voglio istantaneamente!

Ira. Carina, con tutto quello che spendo in yoga e fiori di Bach, io ho l’ira e il desiderio di vendetta più rilassati della città. Dovresti vedere come mi si distende la furia assassina dopo tre ore di pilates.

Accidia. Non mi spiego come mai per ottenere successo non sia sufficiente brontolare avvolte in un plaid mentre si mangia cioccolata.

Modestamente io questi vizi li ho tutti (a parte la mia commercialista che non è sposata). Confido in Saint Tropez, metterci una parola buona per me non sarà facile, speriamo facciano colpo le mie infradito tropezienne alla BB.

Non fate le timide, diteci il vostro vizio, in cambio vi facciamo portare un pastis dal nipote di Gigi Rizzi.

Cristina Delbuono

Agronomo, progettista ambientale, neofita del knitting, appassionata di usi alternativi del verde e blogger – vivo in campagna conservando uno spirito spietatamente metropolitano.

Sito | Instagram

8 commenti su “Se vuoi il successo ti serve un santo in paradiso”

  1. “Accidia. Non mi spiego come mai per ottenere successo non sia sufficiente brontolare avvolte in un plaid mentre si mangia cioccolata.”

    ti amo!

    • non credere che se mi ami io ti mollerò il posto buono sulla poltrona e togli subito gli occhi dalla mia tavoletta 70% cacao! 😀

  2. Ho chiamato blog e mail io.maria.eccetera!!! Per varie ragioni, ma anche perché: io,io,io. E poi io. Ma secondo me eh. Cioè penso.. Credo.. Io almeno. Il resto del mondo.. Il resto del???
    E però poi io insicura io ingenua io maligna io convintissima depressa io ingorda io senza fame. Basta!

I commenti sono chiusi.