Guida al tuo logo ideale

"Apple pie" di Lenor Edman
“Apple pie” di Lenor Edman

Prima domanda che forse ti stai facendo: mi serve davvero un logo?

Sì, ti serve, ma spesso basta un logo semplicissimo, ossia il tuo nome e il tuo titolo scritto con font belli e leggibili, con l’aggiunta, magari, di una linea di colore. Se hai un’attività con un proprio nome, allora il logo ti servirà con il nome dell’attività e un segno grafico che la contraddistingua (per esempio, lì sopra in alto vedi il logo di C+B, chiaro e semplice).

Ma a cosa serve un logo?

Serve a farti riconoscere, a personalizzare i tuoi prodotti, a identificarti e farti ricordare, a dare un’idea della tua personalità e del tuo brand a livello visivo.

Come dev’essere un logo ideale?

  1. Leggibile: considera che spesso il logo compare in formato molto piccolo – per esempio su una fotografia, oppure al fondo di un pdf. Se usi caratteri troppo svolazzanti diventa di difficile lettura; a che cosa ti serve un logo che non si legge?
  2. Semplice: ossia con segni netti, senza sbavature, pochi colori e non più di due font diversi. Un logo ideale funziona anche monocromatico (per esempio tutto nero) o in scala di grigi.
  3. Pulito: i vuoti, in un logo, servono quanto i pieni, quindi non farti prendere dall’horror vacui. Spazia bene i caratteri e sappi che il bianco è tuo amico.
  4. Definito: proprio perché deve essere sempre leggibile e utilizzabile il tuo logo deve essere ad alta risoluzione e in formato vettoriale (così non sgrana).
  5. Coordinato: deve riflettere l’estetica del tuo sito delle tua attività; non sceglierlo solo perché ti piace, ma perché è efficace nel presentarti.
  6. Professionale: non provare a farlo da sola se non capisci nulla di Illustrator; meglio un grafico, fidati.

Ma quanto mi costa?

Dipende. Un logo personalizzato, fatto bene, solo per te, unico, ti costa dai 300 euro in su. L’alternativa economica, ma non cheap, è un premade logo, ossia un logo in cui l’aspetto grafico è già definito, ma tu puoi personalizzare testo e – spesso – colori. Ne trovi molti, di questi loghi, su etsy. Qui ti metto alcuni dei miei seller preferiti:

Buona scelta, e ricorda: un logo è come un buon profumo, discreto, personale e capace di farti ricordare.

Gioia Gottini

Sono una coltivatrice di successi: aiuto le donne a mettere a fuoco i loro talenti, mettersi in proprio e farlo con successo. Potrei parlare per ore (e lo faccio) di: imprenditorialità femminile, individuazione dei propri talenti, branding, gestione del tempo, educazione ad alto contatto, self-help, piccoli piaceri quotidiani.

Sito | Facebook | Twitter | Instagram

2 commenti su “Guida al tuo logo ideale”

  1. Ciao Gioia, articolo veramente testo iteressante! Io ho da poco rinnovato l’ header del mio blog, grazie al fantastico corso il blog lab. Ora ti chiedo … un logo che funzione ha se si ha un blog? Grazie infinite!

  2. ciao complimenti per l’articolo. anche io avrei bisogno di un logo, ma sono molto scettica a rivolgermi a un grfico, ho avuto più esperienze negative perchè alla fine propongono 2-3 soluzioni al massimo e se ne vuoi di più devi continuamente sborsare soldi, finché lui non capisce quello che tu invece magari hai chiaro in testa, e ogni minima modifica altri soldi…trovo più funzionali i siti che hai consigliato dove c’è una vasta scelta e si possono far passare con calma centinaia di soluzioni diverse. Il mio dubbio è: ma poi una vlta che ho il mio bel logo, lo schiaffo sul mio sito, ma poi ho una scarpa e una ciabatta? perchè come faccio ad avere lo stesso carattere del logo e gli stessi colori (da usare per gli sfondi piuttosto che per i titoli?
    ti ringrazio in anticipo per la risposta

I commenti sono chiusi.